Menu
Francesco Turrisi un musicista italiano in Irlanda

Francesco Turrisi un musicista ital…

La storia di Francesco Tu...

Vincenzo Giglione pietra miliare del CLUB Italiano

Vincenzo Giglione pietra miliare de…

Vincenzo Giglione, una vi...

Tra sogno e desiderio, vado a vivere in Irlanda

Tra sogno e desiderio, vado a viver…

Fa parte dei sogni felici...

Mercato immobiliare irlandese: la crescita è disomogenea, attenti alla nuova bolla

Mercato immobiliare irlandese: la c…

Verso la bolla immobiliar...

Virginia Macari tra cinema moda e TV show

Virginia Macari tra cinema moda e T…

L’attrice protagonista de...

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andrea Savignano celebrano gli 11 anni dell'«Italian Quarter» tra vino e porchetta

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andre…

DUBLINO I loro event...

Robert Sanasi scrive un libro «sulla mia esperienza a Dublino» tra nostalgie e soddisfazioni

Robert Sanasi scrive un libro «sull…

La fuga di cervelli dall’...

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus e Leonardo con Irlandiani

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus…

DUBLINO Italia ed Irlanda...

Irlandiani ritorna con la realizzazione di un dizionario sulle migrazioni e Francesco Dominoni scrive ai lettori

Irlandiani ritorna con la realizzaz…

«Quest'anno abbiamo contr...

Maria Pelosi e Gino Di Mascio in irlanda dal 1921

Maria Pelosi e Gino Di Mascio in ir…

La famiglia di Gino Di Ma...

Prev Next

Il sindaco siciliano Bartolo visita l'Irlanda

Il sindaco siciliano Bartolo visita davanti alla Mansion House di Dublino Il sindaco siciliano Bartolo visita davanti alla Mansion House di Dublino

Botta e risposta con Bartolo Vienna, primo cittadino di Geraci Siculo, un comune di 1.956 abitanti della provincia di Palermo. Il sindaco il 15 marzo incontra il primo cittadino di Dublino Naose O Muiri insieme alla banda musicale di Apollonia di Pollina. Succede alla Mansion House, la casa del primo cittadino irlandese.

Prima volta in Irlanda?
No, la prima volta è stata dieci anni fa: in un tour con tutta la famiglia.

Cosa le piace dell’Irlanda?
La vicinanza di questo popolo con quello siciliano, nel carattere e in molte altre manifestazioni. Alcune ragioni storiche ci portano a ritenere che ci siano stati profondi legami fin dal passato più remoto. Il prof. Enzo Farinella ha ricordato i Partoloni, antiche popolazioni sicule che si sarebbero insediate anche in l’Irlanda.
Una coincidenza forse?
Nella mia città il ballo tradizionale è irlandese: si chiama Scottish. Un legame quindi, ci deve essere di sicuro.

Cosa avete regalato al sindaco?
Il nostro stemma municipale, una targa realizzata con la comunità di San Pio, impegnata nel recupero di ragazzi con problematiche fisiche e sociali e gemellata con il centro dublinese Cheeverstown House, e un libro dove si parla delle nostre ricchezze artistiche e culturali.

Cosa si aspetta dalla presidenza irlandese del l’ Unione europea?
Una sfida: importante, perché prima di noi l’Irlanda ha attraversato una crisi finanziaria che forse è riuscita a superare. Quindi magari potrà comprendere meglio di altri la difficile situazione che oggi stiamo attraversando. Magari aiutarci ad allentare alcuni vincoli di bilancio finanziario che stanno portando al collasso la nostra economia.

Cosa si può visitare a Geraci Siculo?
Tantissime cose: una città storica e medievale, con stupende testimonianze arabe e normanne. Nel periodo medievale, è stata guidata dalla famiglia dei Ventimiglia, che ha determinato parte del la storia della Sicilia.

Seguiranno altre iniziative?
I nostri legami sono fortissimi. I nostri ragazzi vengono spesso a Dublino. Ci sono frequenti scambi culturali e professionali. Molto importante è poi il gemellaggio della Comunità di San Pio con la Cheeverstown House: un progetto approvato dal Ministero di Grazia e Giustizia, farà in modo che alcuni ragazzi con delle problematiche sociali, vengano a Dublino per frequentare nella struttura gemellata, un laboratorio linguistico e portare così a termine un processo di recupero e di inserimento nella società.
Il giro d’Italia che si svolgerà in Irlanda, può essere un’occasione per tornare?
Certo, magari.

Login to post comments
back to top