Menu
Cristiana Righi apre il Taste of Emilia a Dublino

Cristiana Righi apre il Taste of Em…

L’ultimo arrivato della s...

Francesco Turrisi un musicista italiano in Irlanda

Francesco Turrisi un musicista ital…

La storia di Francesco Tu...

Vincenzo Giglione pietra miliare del CLUB Italiano

Vincenzo Giglione pietra miliare de…

Vincenzo Giglione, una vi...

Tra sogno e desiderio, vado a vivere in Irlanda

Tra sogno e desiderio, vado a viver…

Fa parte dei sogni felici...

Mercato immobiliare irlandese: la crescita è disomogenea, attenti alla nuova bolla

Mercato immobiliare irlandese: la c…

Verso la bolla immobiliar...

Virginia Macari tra cinema moda e TV show

Virginia Macari tra cinema moda e T…

L’attrice protagonista de...

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andrea Savignano celebrano gli 11 anni dell'«Italian Quarter» tra vino e porchetta

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andre…

DUBLINO I loro event...

Robert Sanasi scrive un libro «sulla mia esperienza a Dublino» tra nostalgie e soddisfazioni

Robert Sanasi scrive un libro «sull…

La fuga di cervelli dall’...

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus e Leonardo con Irlandiani

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus…

DUBLINO Italia ed Irlanda...

Irlandiani ritorna con la realizzazione di un dizionario sulle migrazioni e Francesco Dominoni scrive ai lettori

Irlandiani ritorna con la realizzaz…

«Quest'anno abbiamo contr...

Prev Next

Disoccupazione in aumento in Irlanda

  • Written by 
La disoccupazione in Irlanda è aumentata si discute al Bilingual People di Dublino di marzo 2013 La disoccupazione in Irlanda è aumentata si discute al Bilingual People di Dublino di marzo 2013

La situazione occupazionale in Irlanda non è facile. Secondo i dati forniti dal Parlamento europeo e aggiornati al febbraio 2013, il tasso di disoccupazione durante la  crisi non è solo aumentato, è addirittura raddoppiato. A soffrire sono stati soprattutto gli impieghi a tempo indeterminato ed i giovani sotto i 25 anni, che sono stati i primi, in quanto recentemente assunti, a perdere il posto di lavoro.

Nonostante questi forti segnali di pessimismo l’Irlanda continua a conservare un ruolo centrale nell’ impiego di persone che parlano più lingue, oltre che di veri e propri professionisti nel settore linguistico. Come è riportato nel sito di Top Language Jobs,il 28% delle offerte di lavoro proposte lungo 23 website internazionali hanno sede in Irlanda. Seguono la Gran Bretagna e la Repubblica Ceca. Tra gli stands e le  conferenze del Biligual People, "fiera internazionale dell’impiego di persone internazionali", (9 marzo 2013, Croke Park, Dublin 3 ) è possibile riprendere respiro e assaporare un po’ di ottimismo. Karen Buckland, Financial Administrator dell’azienda Alianz Worldwide Care, impresa di assicurazioni con sede a Dublin, dichiara: 

“l’azienda ha creato nel corso del 2012 circa 187 nuovi posti di lavoro e il numero dei bilingui impiegati potrebbe crescere nel 2013:attualmente le lingue più  richieste sono l’arabo, l’olandese, il francese e il tedesco. Questo non vuol dire che non ci siano opportunità per italiani e spagnoli. Spesso la richiesta varia a  seconda dei ruoli. Il mio consiglio quindi è riprovare ad inviare il Cv in momenti diversi: se non siete stati contattati, forse non era a causa del vostro profilo  professionale, ma magari, vi siete semplicemente proposti nel momento sbagliato.” Juan Aragon, giovane spagnolo impiegato nell’impresa Teletech, racconta la sua  esperienza e dà qualche valido consiglio:” Io ho trovato questo impiego inviando il mio Cv a tantissime aziende. Sono stato davvero fortunato, perché mi ha contattato
ed assunto proprio l’impresa che più mi interessava. Mi rendo , però ,conto che sono passati circa due anni. Può sembrare difficile oggi: spesso chiedono precedenti  esperienze lavorative svolte in Irlanda.Il primo posto di lavoro in Irlanda, è quindi come una prima alta barriera.Una volta che avete superato questo scoglio, avete  delle referenze e tutto fila liscio: entrate nel giro ed avete la possibilità di intraprendere molte altre più interessanti carriere internazionali.” Juan illustra  anche l’iter da seguire: ”Andate nel sito dell’azienda che vi interessa e caricate il vostro Cv e una lettera di presentazione. Probabilmente verrete contattati per  una prima intervista telefonica. Dopo questo primo grande passo, verrette chiamati a sostenere un colloquio faccia a faccia. Il vostro inglese verrà testato più volte.  Mantenete la calma e tutto andrà bene”.

Login to post comments
back to top