Menu
Vincenzo Giglione pietra miliare del CLUB Italiano

Vincenzo Giglione pietra miliare de…

Vincenzo Giglione, una vi...

Tra sogno e desiderio, vado a vivere in Irlanda

Tra sogno e desiderio, vado a viver…

Fa parte dei sogni felici...

Mercato immobiliare irlandese: la crescita è disomogenea, attenti alla nuova bolla

Mercato immobiliare irlandese: la c…

Verso la bolla immobiliar...

Virginia Macari tra cinema moda e TV show

Virginia Macari tra cinema moda e T…

L’attrice protagonista de...

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andrea Savignano celebrano gli 11 anni dell'«Italian Quarter» tra vino e porchetta

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andre…

DUBLINO I loro event...

Robert Sanasi scrive un libro «sulla mia esperienza a Dublino» tra nostalgie e soddisfazioni

Robert Sanasi scrive un libro «sull…

La fuga di cervelli dall’...

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus e Leonardo con Irlandiani

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus…

DUBLINO Italia ed Irlanda...

Irlandiani ritorna con la realizzazione di un dizionario sulle migrazioni e Francesco Dominoni scrive ai lettori

Irlandiani ritorna con la realizzaz…

«Quest'anno abbiamo contr...

Maria Pelosi e Gino Di Mascio in irlanda dal 1921

Maria Pelosi e Gino Di Mascio in ir…

La famiglia di Gino Di Ma...

Sotto i viadotti dell’autostrada Dublino-Belfast in località Swords: una riserva di uccelli con fotografi che arrivano da tutto il mondo

Sotto i viadotti dell’autostrada Du…

Ci vogliono venti minuti ...

Prev Next

Disoccupazione in aumento in Irlanda

  • Written by 
La disoccupazione in Irlanda è aumentata si discute al Bilingual People di Dublino di marzo 2013 La disoccupazione in Irlanda è aumentata si discute al Bilingual People di Dublino di marzo 2013

La situazione occupazionale in Irlanda non è facile. Secondo i dati forniti dal Parlamento europeo e aggiornati al febbraio 2013, il tasso di disoccupazione durante la  crisi non è solo aumentato, è addirittura raddoppiato. A soffrire sono stati soprattutto gli impieghi a tempo indeterminato ed i giovani sotto i 25 anni, che sono stati i primi, in quanto recentemente assunti, a perdere il posto di lavoro.

Nonostante questi forti segnali di pessimismo l’Irlanda continua a conservare un ruolo centrale nell’ impiego di persone che parlano più lingue, oltre che di veri e propri professionisti nel settore linguistico. Come è riportato nel sito di Top Language Jobs,il 28% delle offerte di lavoro proposte lungo 23 website internazionali hanno sede in Irlanda. Seguono la Gran Bretagna e la Repubblica Ceca. Tra gli stands e le  conferenze del Biligual People, "fiera internazionale dell’impiego di persone internazionali", (9 marzo 2013, Croke Park, Dublin 3 ) è possibile riprendere respiro e assaporare un po’ di ottimismo. Karen Buckland, Financial Administrator dell’azienda Alianz Worldwide Care, impresa di assicurazioni con sede a Dublin, dichiara: 

“l’azienda ha creato nel corso del 2012 circa 187 nuovi posti di lavoro e il numero dei bilingui impiegati potrebbe crescere nel 2013:attualmente le lingue più  richieste sono l’arabo, l’olandese, il francese e il tedesco. Questo non vuol dire che non ci siano opportunità per italiani e spagnoli. Spesso la richiesta varia a  seconda dei ruoli. Il mio consiglio quindi è riprovare ad inviare il Cv in momenti diversi: se non siete stati contattati, forse non era a causa del vostro profilo  professionale, ma magari, vi siete semplicemente proposti nel momento sbagliato.” Juan Aragon, giovane spagnolo impiegato nell’impresa Teletech, racconta la sua  esperienza e dà qualche valido consiglio:” Io ho trovato questo impiego inviando il mio Cv a tantissime aziende. Sono stato davvero fortunato, perché mi ha contattato
ed assunto proprio l’impresa che più mi interessava. Mi rendo , però ,conto che sono passati circa due anni. Può sembrare difficile oggi: spesso chiedono precedenti  esperienze lavorative svolte in Irlanda.Il primo posto di lavoro in Irlanda, è quindi come una prima alta barriera.Una volta che avete superato questo scoglio, avete  delle referenze e tutto fila liscio: entrate nel giro ed avete la possibilità di intraprendere molte altre più interessanti carriere internazionali.” Juan illustra  anche l’iter da seguire: ”Andate nel sito dell’azienda che vi interessa e caricate il vostro Cv e una lettera di presentazione. Probabilmente verrete contattati per  una prima intervista telefonica. Dopo questo primo grande passo, verrette chiamati a sostenere un colloquio faccia a faccia. Il vostro inglese verrà testato più volte.  Mantenete la calma e tutto andrà bene”.

Login to post comments
back to top