Menu
Dublino: riapre il ponte sul fiume Dodder nei pressi dello stadio Aviva

Dublino: riapre il ponte sul fiume …

I lavori di ristrutturazi...

Stefano, l'artista che fotografa le porte

Stefano, l'artista che fotografa le…

Stefano Peloso è un giova...

Sul cammino della ripresa, ma con cautela

Sul cammino della ripresa, ma con c…

La primavera soffia sull'...

Il panorama agroalimentare dell’Appennino Tosco-Emiliano si presenta a Belfast

Il panorama agroalimentare dell’App…

L' appennino Tosco- Emili...

La Grande Partenza fa un tour in Italia

La Grande Partenza fa un tour in It…

Ormai manca davvero poco ...

Riduzione delle tariffe dei Bus sul tavolo delle trattative

Riduzione delle tariffe dei Bus sul…

Continua il braccio di fe...

Annullato il Referendum per l'elezione del Sindaco

Annullato il Referendum per l'elezi…

La carica di Primo cittad...

Roberto Maroni cancella la visita in Irlanda per lo Scandalo Expo Milano 2015

Roberto Maroni cancella la visita i…

Roberto Maroni Presidente...

Prev Next

L'Italian Business Group scrive a Bank of Ireland

  • Written by 
Richie Boucher Chief Executive Officer di Bank of Ireland insieme all'Ambasciatore Maurizio Zanini Richie Boucher Chief Executive Officer di Bank of Ireland insieme all'Ambasciatore Maurizio Zanini

Tutto era iniziato il 19 settembre presso Lucan House. Quando l'Italian Business Group incontra Bank of Ireland. La stretta di mano è tra il capo numero uno: Richie Boucher e l'Ambasciatore Zanini. Boucher, attuale Chief Executive Officer (CEO) della Bank of Ireland la maggiore banca irlandese, ci sta. Oggi l'IBG scrive una lettera con la benedizione dell'Ambasciatore. Prima,  chi Richie Boucher?

Brian Goggin gli ha passato il testimone il 25 febbraio del 2009, quando si era dimesso dopo l'iniezione di fondi del governo irlandese. La sua paga si aggirava nel 2012 intorno ai € 623.000. Richie Boucher ha alle spalle un ricco curriculum: è stato Amministratore Delegato per la Bank of Ireland - nella divisione irlandese di vendita al dettaglio-dal gennaio del 2006, dove ha supervisionato la “ Land bank”. È stato nominato direttore del gruppo nel mese di ottobre del 2006. È entrato a far parte della Bank of Ireland nel dicembre del 2003 come Amministratore Delegato, ma ha ricoperto precedentemente una serie di ruoli di primo piano in vari istituti bancari ( tra cui il Gruppo Ulster Bank, la ICC Bank , ecc.). 

Nato in Rhodesia nel Nord Zambia, ha iniziato gli studi al Saint George College , un collegio in Rhodesia, in Zimbabwe. Ha svolto invece il suo ultimo anno al Rockwell College, poi ha frequentato il College Tipperary, e infine si è laureato in Economia nel prestigioso Trinity College. Ha intrapreso quindi una carriera ricca di successo nel settore bancario. Non ha però mai perso il suo carattere distintivo di Rhodesiano, l’ accento meridionale dell'Africa, nonostante abbia passato solo i suoi primi diciassette anni nel continente. Ha la fama di essere un uomo diretto e grintoso.

Oggi l'Italian Business Group prende carta e penna e scrive a Richie Boucher. Tra gli interrogativi nella missiva ai quali il nuovo presidente della Banca d’Irlanda dovrà rispondere c’è: quale ruolo avrà l’istituzione nel supporto delle giovani imprese soprattutto quelle italiane? Bank of Ireland è disponibile a divenire la banca degli italiani in Irlanda? Bank of Ireland può produrre pieghevoli in lingua italiana e costituire un numero di aiuto italiano? Insomma è disposta a diventare l'azienda di credito del Bel Paese dedicando una corsia preferenziale?

Login to post comments
back to top