Menu
I Tenores di Oliena cantano in Irlanda

I Tenores di Oliena cantano in Irla…

I Tenores di Oliena si es...

Irlanda: decolla l'export

Irlanda: decolla l'export

DUBLINO. Dal 2008 al 2013...

Francesco Dominoni direttore di Irlandiani: perché le multinazionali investono in Irlanda?

Francesco Dominoni direttore di Irl…

Le multinazionali che si ...

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITES: UN BREVE VADEMECUM PREDISPOSTO DALL’ON. MARCO FEDI

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITES…

ELEZIONI PER IL RINNOVO D...

Elezioni Comites in Irlanda la lista Insieme per gli italiani si presenta in Ambasciata

Elezioni Comites in Irlanda la list…

La lista della continuita...

Le bolle che si rivelano balle

Le bolle che si rivelano balle

L’Irlanda, dopo diversi a...

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominoni, mi candido per il COMITES a Dublino

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominon…

DUBLINO: "Me lo ha chiest...

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino Nardi mambro del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino …

Dopo dieci anni finalment...

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse, talento, track record

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse…

TasseSul tavolo da gioco ...

John Griffin ex Presidente dell’Irish Business Association

John Griffin ex Presidente dell’Iri…

Il signor John Griffin è ...

Prev Next

I Tenores di Oliena cantano in Irlanda

  • Written by 
I Tenores di Oliena I Tenores di Oliena

I Tenores di Oliena si esibiranno prossimamente a Dublino: i concerti avranno luogo tra il 29 ed il 30 di novembre. A capo dell’organizzazione del l’evento  e’ ancora una volta  l’ ’Associazione “Sardi Celtici” che da piu’ di un anno raccoglie i numerosissimi sardi emigrati sull’isola di Smeraldo.
Il canto a tenore è tipico  della parte centrale della Sardegna, in particolare delle zone del Nuorese, delle Baronie,del  Goceano, e delle altre aree limitrofe.Oliena è uno dei centri della Sardegna nel quale la tradizione del canto a tenore è particolarmente viva e sentita:sono tante infatti le persone (uomini) che sanno "pesare una vohe", intonare questo genere di canti.
 Questa esibizione   affonda le sue  radici probabilmente nella Preistoria, quando la natura  veniva divinizzata dall’uomo lasciato solo di fronte all’enorme perche’ dell’Universo. In questo mondo panteistico, si cercava forse la comprensione del mondo naturale e sovranaturale  attraverso l’imitazione  dei suoi suoni: su bassu imiterebbe il muggito del bue, sa contra il belato della pecora e sa mesu boche il sussurrare del vento, mentre il solista sa boche rapresenterebbe  l'uomo stesso, colui che  invano tenta di dominare la natura.Il canto a tenore e’ un’esibizione unica, inserita dall'UNESCO tra i Patrimoni orali e immateriali dell'umanitĂ .


Gianni Massa, Presidente Presidente dell’Associazione sardi celtici  ha dichiarato riguardo all’imminente evento:
"Siamo  molto contenti ed orgogliosi di presentare i Tenores di Oliena al pubblico dublinese a fine novembre. Si esibiranno insieme ad una rappresentanza di canti e musica irlandesi. Grazie alla determinazione e alla passione dei componenti del gruppo siamo riusciti ad organizzare questo evento e a trovare le risorse finanziarie per farlo. A tale proposito volevamo ringraziare i vari sponsors che ci hanno dato una mano e tutta la comunita' italiana che ci sostiene. Vorremmo ricordare innanzitutto Bel Gelato  Dalkey e Live in Sardinia, ma anche i ristoranti La Taverna e Panem”.
Gli eventi per celebrare e unire le due culture, quella sarda e quella celtica, avranno sicuramente un largo seguito e continueranno anche l’anno prossimo:
"Il nostro gruppo e' nato dalla voglia di avvicinare due isole con tanti aspetti in comune. E' un modo per ritrovare un pezzo di casa nostra in un luogo che ci ha sempre accolto a braccia aperte e offerto tante opportunita. Abbiamo un programma molto ambizioso per il prossimo anno con altri appuntamenti importanti e la tipica cena sarda che sta diventanto negli anni un appuntamento da non perdere".

Tutte le informazioni sui concerti del 29 e 30 novembre sono disponibili all'interno della pagina facebook dei "Sardi Celtici".

Login to post comments
back to top