Menu
DUBLINO: in 3mila con Irlandiani oggi in centro a Dublino

DUBLINO: in 3mila con Irlandiani og…

DUBLINO. Promozione itali...

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino Nardi mambro del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino …

Dopo dieci anni finalment...

Dublino: arriva il Fingal Film Festival a Swords da venerdì 26 a domenica 28 settembre

Dublino: arriva il Fingal Film Fest…

DUBLINO Il Fingal Film Fe...

Il 19 settembre l'Italian Quarter di Dublino accende i riflettori sulla Culture Night

Il 19 settembre l'Italian Quarter d…

L'Italian Quarter di Dubl...

L'ascesa economica irlandese

L'ascesa economica irlandese

Quando l’Irlanda entrò ne...

DUBLINO Google costruisce un ponte futuristico per unire il suo quartier generale

DUBLINO Google costruisce un ponte …

DUBLINO Google realizza u...

DUBLINO: Entro la fine dell’anno si voterà i nuovi COMITES

DUBLINO: Entro la fine dell’anno si…

Entro la fine dell’anno s...

O'Connell Street, un mix di lingue per il grande boulevard.

O'Connell Street, un mix di lingue …

Camminare per strada a Du...

A Taste of Italy in Irlanda grazie a Pasquale Cavaliere

A Taste of Italy in Irlanda grazie …

Tra i prodotti italiani d...

Bruno Busetti ex direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Dublino

Bruno Busetti ex direttore dell’Ist…

Porte sempre aperte, prof...

Prev Next

Giovanni Trapattoni lascia la panchina dell'Irlanda

  • Written by 
Giovanni Trapattoni al suo primo giorno da C.T. della nazionale di calcio irlandese Giovanni Trapattoni al suo primo giorno da C.T. della nazionale di calcio irlandese

Giovanni Trapattoni non è più il Commissario Tecnico della nazionale di calcio irlandese. La notizia era nell’aria, e arriva all’indomani della sconfitta in casa dell’Austra per 1-0 in un incontro valido per il girone di qualificazione alla fase finale del Mondiale che si disputerà la prossima estate in Brasile. Quella con gli austriaci è la seconda sconfitta in pochi giorni, dopo che lo scorso venerdì sera i Verdi si sono dovuti arrendere sul campo amico dell’Aviva Stadium per 1-2 alla Svezia di Zlatan Ibrahimovic. Con le possibilità di qualificarsi per la prossima competizione iridata ridotte al lumicino, il “Trap” e il suo allenatore in seconda Marco Tardelli non hanno tardato a trovare un accordo con la FAI, Football Association of Ireland, per una risoluzione del contratto. Trapattoni lascia la panchina irlandese dopo sette anni vissuti tra alti e bassi, tanto calore e non poche sfortune. Ancora negli occhi di tutti i tifosi è infatti l’ingiusto episodio che nel 2009 negò all’Irlanda l’accesso allo scorso mondiale disputatosi in Sudafrica, eliminata allo spareggio dalla Francia grazie ad un gol doppiamente irregolare nei minuti supplementari, viziato da fuorigioco e fallo di mano. Il ciclo successivo vide l’Irlanda approdare alla fase finale degli Europei 2012 in Polonia e Ungheria, collezionando però tre sconfitte in altrettanti incontri in un girone di ferro con Spagna, Italia e Crozia. Quest’anno, complice un girone non esattamente abbordabile (l’Eire è infatti quarta dietro Germania, Svezia e Austria) ed una qualità della rosa in calo, i Verdi hanno fallito nuovamente il loro obiettivo. Le critiche al C.T. italiano cominciavano a piovere già prima dell’estate, nonostante il “Trap” sia sempre stato molto amato sin dalla sua prima e non banale conferenza stampa a Dublino. Adesso le voci sul suo sostituto impazzano sull’isola, con Martin O’Neill, ex allenatore di Celtic, Aston Villa e Sunderland, in pole. Chi invece sta pensando a un ritiro per il Giovanni della panchina, non ha fatto i conti con l’inossidabile tempra del 74enne di Cusano Milanino. “Lascio l’Irlanda, ma non il calcio” ha infatti dichiarato Trapattoni ai giornali, aggiungendo gli onori ai supporter dell’isola: “Abbiamo capito perché i tifosi irlandesi hanno una rinomata reputazione internazionale e hanno il nostro massimo rispetto”. Good luck, Mr. Trap.

Login to post comments
back to top