Menu
L’Ambasciatore inaugura la mostra su Aquileia a Dublino

L’Ambasciatore inaugura la mostra s…

L’Ambasciatore Giovanni A...

DUBLINO: Festa Irlandiana di quartiere per oltre 100 persone a Swords

DUBLINO: Festa Irlandiana di quarti…

Irlandiani organizza un p...

Il centro di Dublino paralizzato dai lavori sulle linee strategiche della viabilità della Luas il tram che unirà il nord con il sud della città

Il centro di Dublino paralizzato da…

DUBLINO. Ci vorranno dive...

Il Golf italiano alla conquista dell’Irlanda

Il Golf italiano alla conquista del…

Golf e turismo. L'Italia ...

Irlandiani unisce Italia ed Irlanda grazie allo sport del Golf

Irlandiani unisce Italia ed Irlanda…

Italia ed Irlanda sempre ...

1.5 milioni di euro alle start up dalla Contea Nord di Dublino

1.5 milioni di euro alle start up d…

«1.5 milioni euro stanzia...

Turisti con l’ombrello per le vie di Dublino

Turisti con l’ombrello per le vie d…

Dublino. Aumenta il turis...

Mercato immobiliare irlandese: i mezzi d’informazione gonfiano il boom

Mercato immobiliare irlandese: i me…

Il mercato immobiliare ir...

L’Irlanda senza Governo con un tasso di crescita economica tra i più alti al mondo

L’Irlanda senza Governo con un tass…

L’Irlanda è ancora senza ...

Scoprire la vera Irlanda a 15 minuti dal centro di Dublino

Scoprire la vera Irlanda a 15 minut…

DUBLINO - Con l’inizio de...

Prev Next

Il caffè sospeso: la tradizione partenopea è arrivata a Dublino

Il caffé sospeso Il caffé sospeso

Racconta Luciano De Crescenzo nel libro “Caffè sospeso” (Mondadori, 2008): «Quando un napoletano è felice per qualche ragione, invece di pagare un solo caffè, quello che berrebbe lui, ne paga due, uno per sé e uno per il cliente che viene dopo. È come offrire un caffè al resto del mondo». L’usanza del caffè sospeso è una filosofia di vita che trasforma il gesto del caffè in solidarietà nei confronti di un bisognoso sconosciuto. In Italia il caffè sospeso esiste da decenni e addirittura, nel 2010, è nata a Napoli l’associazione culturale “La rete del caffè sospeso”. Da qualche tempo altre al caffè c'è chi lascia sospeso anche un panino o un pasto: un bel gesto discreto e d'amore verso il prossimo. Oggi questa antica usanza partenopea si sta diffondendo in tutto il mondo registrando un notevole successo. Basti pensare che a Göteborg in Svezia esistono cinque bar dove si può chiedere un caffè sospeso. E nel mondo, almeno stando a quanto è scritto sulla pagina facebook ufficiale dedicata alla diffusione del “suspended coffee” e nella mappa dell'associazione “La rete del caffè sospeso” si trovano centinaia di posti che hanno accolto con favore l'usanza napoletana. Da Sidney a Praga, da Parigi a Sofia, dove un centinaio di bar e caffè bulgari si sono uniti per formare una rete bulgara del caffè sospeso. Dal Vesuvio al Rio de la Plata, anche a Buenos Aires è sbarcato il “cafè pendiente”, accompagnato magari anche da una 'medialunà. Con grande orgoglio anche a Dublino è possibile trovare questa bella usanza e precisamente al Third Space di Smithfield. Inaugurato nel 2012, il bar/ristorante vuole essere non uno spazio di lavoro, non abitabile ma, appunto, un terzo spazio dove incontrarsi, socializzare. Un posto per le persone locali per raccogliere e mangiare in modo semplice, economico e informale, con spazio per le attività creative, culturali e comunitarie. Un luogo perfetto per fare un gesto di solidarietà, per regalare un caffè caldo nelle giornate fredde, facendo rimanere in sospeso un po’ di amore.

Login to post comments
back to top