Menu
I Tenores di Oliena cantano in Irlanda

I Tenores di Oliena cantano in Irla…

I Tenores di Oliena si es...

Irlanda: decolla l'export

Irlanda: decolla l'export

DUBLINO. Dal 2008 al 2013...

Francesco Dominoni direttore di Irlandiani: perché le multinazionali investono in Irlanda?

Francesco Dominoni direttore di Irl…

Le multinazionali che si ...

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITES: UN BREVE VADEMECUM PREDISPOSTO DALL’ON. MARCO FEDI

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITES…

ELEZIONI PER IL RINNOVO D...

Elezioni Comites in Irlanda la lista Insieme per gli italiani si presenta in Ambasciata

Elezioni Comites in Irlanda la list…

La lista della continuita...

Le bolle che si rivelano balle

Le bolle che si rivelano balle

L’Irlanda, dopo diversi a...

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominoni, mi candido per il COMITES a Dublino

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominon…

DUBLINO: "Me lo ha chiest...

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino Nardi mambro del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino …

Dopo dieci anni finalment...

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse, talento, track record

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse…

TasseSul tavolo da gioco ...

John Griffin ex Presidente dell’Irish Business Association

John Griffin ex Presidente dell’Iri…

Il signor John Griffin è ...

Prev Next

Un irlandese nella Riviera Romagnola

Federica Angeli:"Gli irlandesi sono solari e cortesi, molto simili a noi Romagnoli!" Federica Angeli:"Gli irlandesi sono solari e cortesi, molto simili a noi Romagnoli!"

Aran è un tipo di mezza età, gentile e solitario, robusto e non tanto alto. I capelli ramati si confondono con la totalità arancione assunta dalla sua pelle dopo ore di esposizione al sole italiano. Aran è quindi per l’hotel l’”irlandese”.

Non è un dettaglio trascurabile, dato che non è così facile incontrare il popolo celtico in vacanza lungo la Riviera Romagnola, in modo particolare nella tranquilla, ma rinomata località di Igea Marina. “ Non ci capita spesso di ospitare turisti irlandesi. I nostri clienti più affezionati provengono dalla Svizzera francofona, dalla Francia e dalla Germania. Nella scelta della destinazione turistica sono infatti spesso determinanti i collegamenti aeroportuali . Mancano ancora dei voli diretti dall’Irlanda alla Romagna: forse è questa la motivazione principale di una limitata presenza celtica nel nostro Comune. L’aeroporto più vicino, quello di Rimini dedicato al celebre regista Federico Fellini, è invece ben collegato con l’est Europa. Risulta quindi molto più facile  imbattersi in turisti russi, le cui presenze hanno in questi ultimi anni superato anche  quelle dei tedeschi, precedentemente i più numerosi. I nostri clienti invece sono perlopiù francofoni e raggiungono Igea Marina, soprattutto via terra.”Spiega Paolo Angeli, Direttore dell’hotel Thea. I dati sulle esigue presenze irlandesi sono confermati anche da quanto riportato dalla Provincia di Rimini sul "Movimento clienti negli esercizi ricettivi": durante l'anno 2012 si stima che solo 43 turisti irlandesi abbiamo soggiornato ad Igea Marina.  
Cosa può spingere un irlandese a scegliere questo comune romagnolo? Aran è un grande estimatore della letteratura italiana, in modo particolare della Divina Commedia. Galeotto in questa vacanza fu quindi il libro e chi lo scrisse.La sua intenzione, comunica con un certo entusiasmo, è quella  di visitare il prima possibile il castello di Gradara, dove avvenne la romantica e drammatica storia di Paolo e Francesca, ceratmente uno dei passi più belli ed indimenticabili dell’opera dantesca. Per quanto Aran sia un "romanticone", questa non è l’unica motivazione che lo ha condotto in  questa località. Deciso ad evitare la movida riminese, ed a scrollarsi di dosso la frenetica vita cittadina, ha preferito optare per una vacanza di puro relax, in una parte della riviera più frequentata da famiglie. Federica Angeli addetta alla reception, che ha recentemente visitato Dublino è entusiasta: “Adoro il popolo irlandese. Gli irlandesi mi sono sembrati gioiosi, solari, cortesi ed educati. Li ritengo molto simili a noi romagnoli. Il nostro obiettivo è di unire alla qualità dei servizi anche la promozione del “made in Italy”, attraverso l’organizzazione di degustazioni di pregiati vini nostrani. Anche se la bevanda irlandese più celebre è la birra, noi ci auguriamo che la nostra formula risulti ancora una volta vincente. Speriamo quindi di creare un valido precedente ed attraverso anche il vecchio, ma non del tutto obsoleto passaparola, di poter accogliere presto altre persone provenienti dalla bellissima isola di Smeraldo".

Login to post comments
back to top