Menu
Cristiana Righi apre il Taste of Emilia a Dublino

Cristiana Righi apre il Taste of Em…

L’ultimo arrivato della s...

Francesco Turrisi un musicista italiano in Irlanda

Francesco Turrisi un musicista ital…

La storia di Francesco Tu...

Vincenzo Giglione pietra miliare del CLUB Italiano

Vincenzo Giglione pietra miliare de…

Vincenzo Giglione, una vi...

Tra sogno e desiderio, vado a vivere in Irlanda

Tra sogno e desiderio, vado a viver…

Fa parte dei sogni felici...

Mercato immobiliare irlandese: la crescita è disomogenea, attenti alla nuova bolla

Mercato immobiliare irlandese: la c…

Verso la bolla immobiliar...

Virginia Macari tra cinema moda e TV show

Virginia Macari tra cinema moda e T…

L’attrice protagonista de...

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andrea Savignano celebrano gli 11 anni dell'«Italian Quarter» tra vino e porchetta

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andre…

DUBLINO I loro event...

Robert Sanasi scrive un libro «sulla mia esperienza a Dublino» tra nostalgie e soddisfazioni

Robert Sanasi scrive un libro «sull…

La fuga di cervelli dall’...

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus e Leonardo con Irlandiani

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus…

DUBLINO Italia ed Irlanda...

Irlandiani ritorna con la realizzazione di un dizionario sulle migrazioni e Francesco Dominoni scrive ai lettori

Irlandiani ritorna con la realizzaz…

«Quest'anno abbiamo contr...

Prev Next

Sardi ospiti alla Mansion House

Sardi ospiti alla Mansion House

I pittori sassaresi dell'Associazione "Giuseppe Biasi", i ballerini sardi con i costumi tradizionali di Senori,rappresentanti del "Gremio"dei fabbri, una delegazione di parenti ed amici vengono ospitati alla Mansion House. Il Lord Mayor Naoise Ó Muirí  dà ancora una volta il benvenuto ad una colorata e preziosa manifestazione di una regione italiana.

Dopo i musicisti siciliani della banda Apollonia si cambia isola e si passa al campo figurativo. I sassaresi sono orgogliosi della loro città e sono decisi a promuoverla internazionalmente. La definiscono,(cari cagliaritani non prendetela male!) la capitale culturale della Sardegna. La città tattarina infatti vanta un numero impressionate di artisti rispetto ad una popolazione di soli 123.521 abitanti. Purtroppo però, segnalano amaramente che i massicci e competitivi grandi centri commerciali hanno messo in pericolo la vita del centro storico cittadino, facendogli perdere parte del fascino di un tempo. Il Prof. Giovanni Fiora porta in dono al sindaco un'opera d'arte che condensa la “sardità”, l' “italianità” e lo spirito di fratellanza che si vuole esprimere in questa occasione. L'iniziativa, il cui scopo è stringere un duraturo gemellaggio tra gli artisti sardi e gli artisti irlandesi, non si arresterà in Irlanda, ma avrà un largo seguito anche in terra sarda: a metà settembre i pittori celtici saranno ospitati a Sassari, dove avrà  luogo un'analoga cerimonia ufficiale accompagnata da una calorosa manifestazione popolare. Da buon padrone di casa, Naoise Ó Muirí mostra ad i suoi invitati le varie sontuose stanze della Mansion House,  descrive dettagliatamente la loro importanza spirituale e materiale per la storia della nazione irlandese. Il Lord mayor è entusiasta:nel corso del suo mandato, ha infatti accolto e conosciuto differenti costumi e peculiarità regionali, felicemente travolto dalla solarità ed il calore dei sardi, dei siciliani ed in generale degli italiani in festa. L'evento  patrocinato dall'Istituto Italiano di Cultura,costituisce certamente una ragione di orgoglio per la popolosa comunità sarda che vive e lavora in Irlanda.Probabilmente anche il Direttore dell'istituzione culturale dell'Ambasciata italiana, Angela Tangianu, di origine sarda,ha avuto il piacere di  presenziare ad una manifestazione che ha rispecchiato parte delle sue radici.

Login to post comments
back to top