Menu
Stefano, l'artista che fotografa le porte

Stefano, l'artista che fotografa le…

Stefano Peloso è un giova...

Sul cammino della ripresa, ma con cautela

Sul cammino della ripresa, ma con c…

La primavera soffia sull'...

Il panorama agroalimentare dell’Appennino Tosco-Emiliano si presenta a Belfast

Il panorama agroalimentare dell’App…

L' appennino Tosco- Emili...

La Grande Partenza fa un tour in Italia

La Grande Partenza fa un tour in It…

Ormai manca davvero poco ...

Riduzione delle tariffe dei Bus sul tavolo delle trattative

Riduzione delle tariffe dei Bus sul…

Continua il braccio di fe...

Rosa Piccolantonio: l'Irlanda è bellissima

Rosa Piccolantonio: l'Irlanda è bel…

Che bello laurearsi...è s...

Annullato il Referendum per l'elezione del Sindaco

Annullato il Referendum per l'elezi…

La carica di Primo cittad...

Roberto Maroni cancella la visita in Irlanda per lo Scandalo Expo Milano 2015

Roberto Maroni cancella la visita i…

Roberto Maroni Presidente...

Prev Next

Dante arriva in Irlanda

Dante arriva in Irlanda

L’Istituto Italiano di Cultura ospita dal 20 aprile al 7 maggio 34 litografie dell’autore Liam Ó Broin.

Le immagini allegoriche di Dante, il miglior rappresentante della maestosità della letteratura italiana vengono prestate al campo figurativo. In un periodo grigio per la nostra politica nazionale in cui le discussioni tra i partiti politici ricordano le lotte senza soluzione, tra le fazioni, tra i Guelfi ed i Ghibellini; un' epoca in cui abbiamo avuto un Pontefice, che come  il tanto biasimato Celestino V ha da poco compiuto "il gran rifiuto", la Divina Commedia costituisce ancora una valida lezione per la contemporaneità. Lo scrittore dopotutto, non era forse un uomo che giunto a metà della sua vita, aveva perso la “retta via”, circondato da una profonda crisi e degrado morale? L’artista Liam Ó Broin cerca di riprodurre la drammaticità che percorre l'opera dantesca. Il genio fiorentino lo affascina. Questo voler ritrovare quella  tensione che oscilla verso un profondo sentimento di pathos ed un improvviso sentimento di rabbia e di disgusto,  lo ha spinto con linee graffianti e colori vibranti a rendere omaggio all'opera di Dante. Le immagini sono scultoree,emergono urlanti con possente plasticità: sembrano quasi fuggire dalla tela, pronte ad oltrepassare le barriere del reale.Mostra ben allestita, merita  assolutamente una visita.

Login to post comments
back to top