Menu
ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITES: UN BREVE VADEMECUM PREDISPOSTO DALL’ON. MARCO FEDI

ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITES…

ELEZIONI PER IL RINNOVO D...

Elezioni Comites in Irlanda la lista Insieme per gli italiani si presenta in Ambasciata

Elezioni Comites in Irlanda la list…

La lista della continuita...

Le bolle che si rivelano balle

Le bolle che si rivelano balle

L’Irlanda, dopo diversi a...

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominoni, mi candido per il COMITES a Dublino

IRLANDA Elezioni: Francesco Dominon…

DUBLINO: "Me lo ha chiest...

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino Nardi mambro del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero

Sul rinnovo dei COMITES parla Dino …

Dopo dieci anni finalment...

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse, talento, track record

IRLANDA. Le 3 T del successo: tasse…

TasseSul tavolo da gioco ...

John Griffin ex Presidente dell’Irish Business Association

John Griffin ex Presidente dell’Iri…

Il signor John Griffin è ...

La lingua italiana entra nella lingua parlata dagli irlandesi, esempi? minestrone, latte o prima donna

La lingua italiana entra nella ling…

La lingua italiana entra ...

Malahide una cittadina sporca alle porte di Dublino

Malahide una cittadina sporca alle …

Malahide. Cittadina sporc...

SWORDS Il Fingal Film Festival  alza oggi il sipario

SWORDS Il Fingal Film Festival alz…

DUBLINO Il Fingal Film Fe...

Prev Next

Intervista a Franco Ulivieri, Presidente dell' Unione dei Comuni dell'Amiata

  • Written by 
Il Presidente dell'unione dei comuni dell'Amiata Il Presidente dell'unione dei comuni dell'Amiata

"Franco Ulivieri è il Presidente dell' Unione dei Comuni dell'Amiata. Si tratta di un contenitore unico di servizi che ridisegna in Italia gli assetti tradizionali dei comuni.

Una vera e propria innovazione in campo istituzionale:vengono gestite insieme delle funzioni, prima espletate singolarmente. Naturalmente permangono intatte le identità comunali, le differenti storie, emblemi e simboli. L'unione dei comuni dell' Amiata comprende 20.000 abitanti. Il 15 e il 16 aprile il Presidente ha partecipato insieme ad un'ampia delegazione di sindaci ed imprenditori all'evento “Tuscany spring-A Taste of Italy” organizzato nella sua residenza di Lucan dall'ambasciatore italiano Maurizio Zanini".

Cosa ne pensa dell'esperienza fatta in Irlanda?
"Esperienza fatta molto volentieri,l'Ambasciatore Maurizio Zanini, mi permetto di dire, che è un nostro concittadino. Abbiamo ottimi rapporti sia in termini di amicizia che istituzionali: abbiamo fatto la stessa esperienza in Bolivia e l'abbiamo voluta ripetere in Irlanda. Anche momenti come questi servono a far crescere il sentimento d' appartenenza europea. Questi prodotti rappresentano l' immagine dell' Italia nel mondo. Siamo venuti con una delegazione istituzionale, ma ci sono anche diversi imprenditori, decisi a far conoscere i loro prodotti all'estero".
Qual è il vino più conosciuto?
"Il vino di Montalcino: portarlo è sempre un onore, rappresenta una ricchezza importante per il nostro territorio, per la Toscana e per la nostra nazione a livello mondiale. Un altro vino importante è il Montecucco che cerchiamo di lanciare sul mercato".
Perchè la Toscana ha una promozione spesso  molto più forte sul campo internazionale rispetto ad altre realtà?
"Il segreto Toscana è che la storia parla per noi. Abbiamo una tradizione ricca e importante. Chi amministra la Toscana vive questa realtà e ha interesse a promuoverla. Il "Made in Tuscany" è sempre più importante e competitivo nel settore agricolo, ma anche in altre aree totalmente differenti come la moda. Vogliamo farci conoscere nel mondo e nel momento in cui andiamo verso la globalizzazione, dobbiamo strenuamente proteggere e promuovere questo vasto peculiare patrimonio. Uno dei settori dove l'Italia potrà competere a livello mondiale, non saranno certamente i "bulloni", ma la bellezza, la qualità, la specificità legata alla nostra terra ed alla nostra storia. Non sempre l'Italia è attenta a valorizzare pienamente l'inestimabile ricchezza artistica, culturale, enogastronomica che possiede: la Toscana, a volte fuori dal coro, tenta di farlo perché ritiene indispensabile questo tipo di promozione".

Login to post comments
back to top