Menu
Cristiana Righi apre il Taste of Emilia a Dublino

Cristiana Righi apre il Taste of Em…

L’ultimo arrivato della s...

Francesco Turrisi un musicista italiano in Irlanda

Francesco Turrisi un musicista ital…

La storia di Francesco Tu...

Vincenzo Giglione pietra miliare del CLUB Italiano

Vincenzo Giglione pietra miliare de…

Vincenzo Giglione, una vi...

Tra sogno e desiderio, vado a vivere in Irlanda

Tra sogno e desiderio, vado a viver…

Fa parte dei sogni felici...

Mercato immobiliare irlandese: la crescita è disomogenea, attenti alla nuova bolla

Mercato immobiliare irlandese: la c…

Verso la bolla immobiliar...

Virginia Macari tra cinema moda e TV show

Virginia Macari tra cinema moda e T…

L’attrice protagonista de...

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andrea Savignano celebrano gli 11 anni dell'«Italian Quarter» tra vino e porchetta

DUBLINO: Antonello d’Orazio e Andre…

DUBLINO I loro event...

Robert Sanasi scrive un libro «sulla mia esperienza a Dublino» tra nostalgie e soddisfazioni

Robert Sanasi scrive un libro «sull…

La fuga di cervelli dall’...

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus e Leonardo con Irlandiani

DUBLINO: partono i Progetti Erasmus…

DUBLINO Italia ed Irlanda...

Irlandiani ritorna con la realizzazione di un dizionario sulle migrazioni e Francesco Dominoni scrive ai lettori

Irlandiani ritorna con la realizzaz…

«Quest'anno abbiamo contr...

Prev Next

Il fantasma della Thatcher risveglia gli incubi irlandesi

  • Written by 
Volantino, appeso nel centro di Dublino, che esorta a non dimenticare l'"Easter rising"del 1916 Volantino, appeso nel centro di Dublino, che esorta a non dimenticare l'"Easter rising"del 1916

“Quante volte ancora dobbiamo cantare questa canzone?”, si chiedevano gli U2 nella famosa “Bloody Sunday. Invece il ritornello si ripete
inesorabilmente, quando ci si aspetterebbe di ascoltare solo le note
di un mesto Requiem per la morte della cosiddetta “Lady di ferro”.

Margharet Thatcher, Maggie, infatti non se ne andata nel silenzio generale, ma è riuscita anche con il suo trapasso a creare trambusto, a far parlare rumorosamente di sè. Mentre a Londra ci si prepara a celebrarne il funerale, la polizia inglese è già in allarme per lo scoppio di possibili tafferugli nella città di Derry. Nel 1981 Margaret Thatcher, è stata in Irlanda molto di più che una semplice“bambinaia manesca” come la definisce nel suo articolo, Beppe Severgnini: in quell'anno alcuni membri dell'IRA iniziarono lo sciopero della fame per ottenere lo status di prigionieri politici. Ma
la Baronessa non cedette alle loro richieste, rifiutò di negoziare e
dieci di essi morirono di fame."A crime is a crime" fu il
suo arido commento a questa difficile e impopolare decisione. Se
quindi, come scrive Beppe Severgnini, Londra con l'inflessibile
”Iron Lady” è diventata adulta, anche l'Irlanda è cresciuta, ma con
notevoli traumi esistenziali. Le ferite bruciano ancora ed alcuni
irlandesi stentano a dimenticare. Ma “ How long, how long must we sing this
song?

Login to post comments
back to top