Menu

Dall’Irlanda al Friuli Venezia Giulia, sulle tracce di James Joyce (e non solo)

C’è un legame particolare che lega il Friuli Venezia Giulia con l’Irlanda. Nasce agli inizi del secolo scorso, grazie ad uno dei personaggi più amati sull’Isola Verde e fuori: James Joyce. Lo scrittore irlandese è uno dei non pochi autori importanti ad essere passato per il capoluogo triestino e ad essergli rimasto legato. I suoi compatrioti da allora scelgono questa città sempre volentieri come meta per le loro vacanze, per poi accorgersi di quanti altri tesori nasconda l’intera regione. Presente all’incontro “Three Regions, One Evening” organizzato da Enit Italia lo scorso 17 settembre, l’Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia ho voluto ribadire ancora una volta il suo legame con l’Eire, e ribadire ancora una volta la sua offerta turistica, sempre più ricca e eterogenea. Si parte dalle città d’arte: non solo la già citata Trieste, ma anche Udine, una delle piazze più belle d’Italia; Gorizia, la città divisa tra due anime italiana e slovena; Pordenone, dai lunghi portici affrescati del ‘500; Aquileia, una delle città romane più importanti, patrimonio dellUnesco al pari di Cividale. Ad incorniciare queste preziose cittadine, paesaggi naturali di primordine e variegati, che cambiano rapidamente in una regione in cui ogni luogo è facilmente raggiungibile in poche ore. Oltre le varie riserve naturali, imperdibili sono gli scenari mozzafiato delle Dolomiti, le Alpi Giulie e le Carniche, per gli amanti della montagna e degli sport invernali, con cinque poli sciistici d’eccezione, sia per famiglie, sia per esperti, tra il versante italo-austriaco e quello italo-sloveno. Per chi invece preferisce il turismo balneare, la costa tra spiagge sabbiose, rocciose, riserve naturali, offre l’opportunità di scegliere tra l’ambiente giovanile di Lignano Sabbiadoro con la sua vita notturna, o la più rilassante e culturale Grado. Altro motivo di sicura attrazione, soprattutto per gli stranieri amanti della buona tavola Made in Italy, è la bontà dell’offerta enogastronomica: non solo il celebre prosciutto San Daniele, ma anche vini di ottima qualità, formaggi e altri piatti tipici di mare e di terra. Una regione tutta da scoprire, per gli irlandesi e non solo, che vi aspetta, pronta ad offrirvi il meglio 365 giorni l’anno.

Read more...

Girando per i Musei di Dublino

Quest’anno l’estate ha riservato ai dublinesi e ai loro ospiti un tempo meraviglioso, da passare all’aperto passeggiando tra i monumenti o riposando nei parchi. La bella stagione, però, sta purtroppo volgendo al termine e le temperature cominciano ad abbassarsi, le nuvole a farsi più minacciose. In caso di freddo o di pioggia improvvisa, quale miglior occasione si può trovare per approfittare e visitare un museo? Tra le tante attrazioni della città, infatti, non mancano i luoghi d’arte e di cultura, dove poter trascorrere qualche piacevole ora immersi nell’estro dei pittori del passato o nei reperti di culture lontane. Essenziale, se siete amanti della pittura, è una visita alla National Gallery of Ireland. L’entrata principale in Marrion Square è temporaneamente chiusa a causa di lavori, quindi non fatevi ingannare e recatevi all’ingresso in Clare Street. All’interno troverete una notevole collezione di dipinti, soprattutto dei maestri italiani e olandesi dell 6-700 tra cui Caravaggio, Canaletto, Rembrandt, Vermeer. Ma anche Monet, Velazquez, Delacroix, Picasso, per non parlare della splendida scoperta dei pittori irlandesi, John e Jack Butler Yeats in testa, rispettivamente padre e fratello del celebre scrittore William. Da non perdere anche il National Museum of Ireland, che si compone di tre siti differenti nella capitale, più un altro nel villaggio di Turlough nella contea di Mayo, riguardante la Country Life. La sezione archeologica del National Museum of Ireland si trova in Kildare Street D2, e conserva reperti provenienti dalle varie ere geologiche, dalla preistoria fino al primo medioevo celtico. In Collins Barracks D7 si trova invece il settore dedicato alla storia e alle arti decorative, che raccoglie oggetti preziosi provenienti da diversi angoli della terra, dai vasi cinesi sino agli strumenti di lavoro etruschi. Infine, la sezione riguardante la storia naturale è in Merrion Street D2, al momento parzialmente chiusa per lavori di rinnovamento, e mette in mostra diverse specie animali, anche estinte, con una sala dedicata alle creature ospitate sull’isola irlandese. Gli ingressi a tutti i musei sono gratuiti, com’è nella tradizione oltremanica, ma ovviamente sono ben accette le donazioni.

Read more...

Le Fiere del lavoro, occasioni d'oro per orientarsi nel mercato irlandese

Tra i numerosi modi di cercare un impiego una volta arrivati in Irlanda ci sono le fiere del lavoro. Nonostante la crisi economica e la predominante computerizzazione delle fasi del processo di assunzione, queste fiere rimangono ottime opportunità per costruire contatti professionali e orientarsi nel vasto mercato aziendale irlandese. Per le imprese infatti si tratta di un'occasione per parlare con i potenziali candidati, per far conoscere le attuali necessità della compagnia e le realtà lavorative nelle quali esse stesse operano. Per i candidati invece si presenta l'opportunità di parlare direttamente con persone competenti e a disposizione per suggerimenti e informazioni, e spesso di lasciare il proprio CV o contatto ai responsabili delle risorse umane. Naturalmente tutto ciò non rappresenta la certezza di ottenere un posto di lavoro; lo scopo è quello di raccogliere quante più informazioni possibili, di osservare come le aziende gestiscono le proprie relazioni, di conoscere persone e creare così una rete proficua di relazioni, e non ultimo quello di mettersi in discussione. Le fiere in questione si svolgono presso i maggiori centri conferenze, le università e i parchi espositivi delle città; presentarsi a un paio di queste, curricula alla mano, potrebbe contribuire a dare una svolta in un processo di ricerca spesso lungo e problematico, e sicuramente a chiarirsi le idee sul mondo del lavoro irlandese.

Read more...
Subscribe to this RSS feed