Menu

Francesco Dominoni direttore di Irlandiani applaude la Grande Bellezza di Paolo Sorrentino

Francesco Dominoni direttore di rlandiani insieme a Paolo Sorrentino vincitore dell’Oscar con il film La Grande Bellezza Francesco Dominoni direttore di rlandiani insieme a Paolo Sorrentino vincitore dell’Oscar con il film La Grande Bellezza

DUBLINO «Bravo Paolo, con la Grande Bellezza hai contribuito all’immagine dell’Italia nel mondo. E dall’Irlanda ti assicuro che si alza un boato da stadio che fa tremare le gradinate e si scarica nel campo. Come nella notte del 9 Luglio 2006, proprio come quando l’Italia si laurea Campione del Mondo. In un momento burrascoso della realtà italiana. Un periodo che non riesce tuttavia ad annientare le contraddizioni storiche e politiche dei giorni nostri. Dove tanti cervelli fuggono altrove. Il tuo premio ha interpreta lo spirito combattivo degli italiani nei momenti difficili». Lo dice Francesco Dominoni direttore di Irlandiani grande ammiratore del cinema italiano Dopo la conquista dell'Oscar, e del trionfo della "La grande bellezza". «Con questo Sorrentino raggiunge Visconti, De Sica e Fellini. Questo è un film che affronta argomenti del mondo moderno in modo diretto è ambientato a Roma con un dilemma quasi universale. Una sorta di classicismo che vuole fotografare la decadenza di un impero intellettualoide quasi finto, in profonda crisi esistenziale. Proprio come la classe dirigente romana: quasi vuota. L’influenza di Federico Fellini è evidentissima e si impregna di quell’universalismo che ha conquistato l’America ed il mondo. Ho conosciuto Sorrentino grazie a degli amici che abbiamo in comune e mi ha dato subito l’immagine di una persona che sa il fatto suo con gentilezza e semplicità» conclude Dominoni.

Last modified onMonday, 03 March 2014 22:59
Login to post comments
back to top