×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 849
Menu

Francesco Dominoni scrive un libro sulla storia dell'emigrazione italiana in Irlanda

Francesco Dominoni scrive un libro sulla storia dell'emigrazione italiana in Irlanda

Il volume e' intitolato "Italians in Ireland: Storie, successi e personaggi di un popolo in movimento". Dominoni oltre ad aver avuto l'idea ed aver coordinato i lavoro e' direttore della testa giornalistica online www.irlandiani.com il piu' grande webmagazine della comunita' italiana in Irlanda con oltre 60mila lettori al mese. Dominoni vive e lavora a Dublino da undici anni. Il testo e' ricco di ricerche bibliografiche e fotografiche sul campo. La realizzazione del volume vede la partecipazione di dodici ricercatori e sette universita' italiane.

Il tutto grazie al contributo di Unicredit Bank Ireland PLC. «Italians in Ireland vuole essere una piccola fotografia dell’Italia in Irlanda attraverso una raccolta di testimonianze, interviste e storie. La fuga di cervelli per esempio. Angelo Bottone, accademico abruzzese che purtroppo ha ricevuto poco spazio nel mondo universitario italiano, ma che è riuscito a diventare un affermato docente presso la DBS, Dublin Business School, e ad instaurare proficui rapporti di collaborazione e tutoraggio con l’UCD, University College Dublin» spiega Dominoni. si parla degli italiani che hanno scritto la storia in Irlanda: da Charles Bianconi a Guglielmo Marconi. Il successo dei ristoranti italiani in Irlanda. Della famiglia Caprani che hanno inventato delle rotative adottato dai principali giornali irlandesi e inglesi oltre ad essere stati citati da James Joyce nell'Ulisse. L'aristocratica Vittoria Colonna che diventa Irish-Italian film-maker. Maria Fusco e la mondanità del fashion district dublinese cha va a scuola di moda da Karl Lagerfeld. Come non parlare delle cugine Macari, belle e famose perche' hanno sfondato in TV e nella musica. E vivono tra Dublino, Londra e Hollywood. Si parla anche di storia d'Irlanda? «Certamente ho toccato l'argomento del successo economico degli ultimi quindici anni della Tigre Celtica della Corporation tax, ovvero letteralmente imposta fissa sul reddito delle aziende. E’ da qui che parte tutta la fortuna irlandese, è da qui che la piccola e verdeggiante isola di smeraldo da povero paese agricolo diventa una ricca nazione, diventa la Tigre Celtica per poi finire in una crisi economica devastante» spiega Dominoni.

Last modified onSaturday, 01 March 2014 12:03
Login to post comments
back to top