Menu

DUBLINO: L'Ambasciatore Zanini lascia l'Irlanda «tra nostalgia e tristezza»

Nella residenza diplomatica di Lucan House, l'Ambasciatore Maurizio Zanini saluta la comunità Italiana tra la moglie Patricia e la figlia Clelia Nella residenza diplomatica di Lucan House, l'Ambasciatore Maurizio Zanini saluta la comunità Italiana tra la moglie Patricia e la figlia Clelia

DUBLINO «Lascio l'Irlanda tra nostalgia e tristezza». Si è svolto ieri sera, presso la residenza di Lucan House a mezz'ora di auto da Dublino l’incontro di commiato dell’ Ambasciatore italiano Maurizio Zanini, che conclude il suo incarico in Irlanda e va in pensione nelle colline toscane del Chianti. Erano presenti i rappresentanti della comunità italiana in Irlanda, tra cui il Raffaele Cavallo presidente del COMITES Irlanda, Rita Macari presidente del Club Italiano, Davide Sosio General Manager della ANIMA Asset Management Ireland Ltd, Furio Pietribiasi Managing Director MEDIOLANUM INTERNATIONAL FUNDS LTD, Paolo Zanni General Manager EMRO Finance Ireland ltd, Luca Musso Lab Director Primeur, Danilo Vertemara Materials Manager ROTTAPHARM Ltd, Carlo Rizzini Casa Rizzini Ireland ltd, Valentina Doorly, Luigi Santoro proprietario del Ciao Bella Roma, Concetto La Malfa Direttore Italia Stampa, Enrico Zoppi titolare della Eazy Cork, Cormac O Cuilleanain capo del dipartimento di italiano del Trinity College, Gino e Maria Di Mascio imprenditori in pensione di pesce e patate, Angela Tangianu direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura, Francesco Dominoni direttore di Irlandiani, Gabriella Grassi professoressa al Trinity College Department of Italian.

Nel discorso di ringraziamento, l’ambasciatore Maurizio Zanini ha espresso il proprio apprezzamento per l’appoggio offerto dal governo irlandese ai nostri connazionali sui temi del lavoro, la diffusione della cultura italiana e la nascita di nuove aziende. Percorre le tappe più importanti della missione irlandese sottolineando la recente visita del Presidente del Consiglio Enrico Letta, la nascita dell'Italian Business Group e la nomina di Roberto Gasperoni nuovo console di Cork. L’ Ambasciatore ha poi ricordato che l’Italia e l'Irlanda hanno siglato un'accordo «bilaterale rafforzato». Una sorta di corsia preferenziale tra i rappresentati di governo dei due paesi. Uno status che l'Italia ha solo con l'Inghilterra in Europa.

Zanini si è detto certo che il proprio successore, l’ambasciatore Giovanni Adorni Braccesi, continuerà ad operare nella direzione di quanto è stato già deliberato e realizzato, contribuendo con la propria esperienza a modulare i rapporti di amicizia e collaborazione secondo obiettivi di crescita armonica e costante.

Grato a tutte le istituzioni che lo hanno appoggiato durante il suo mandato, il diplomatico ha salutato commosso il personale dell’ambasciata e dell'Istituto italiano di Cultura.

Login to post comments
back to top