Menu

Tiziano Crudeli, il volto dell’Italia calcistica in Irlanda che non ti aspetti

  • Written by 
Tiziano Crudeli in un cartellone pubblicitario per le vie di Dublino Tiziano Crudeli in un cartellone pubblicitario per le vie di Dublino

Strano ma vero, è proprio così. Con le dimissioni di Giovanni Trapattoni dal ruolo di Commissario Tecnico della nazionale di calcio irlandese, ora è un altro milanista brizzolato il volto italiano più conosciuto tra gli appassionati di football sull’isola. Infatti, non c’è da meravigliarsi se, sbarcati sull’isola, ci si imbatte in un cartellone pubblicitario ritrattante il suo volto, o accendendo la televisione in uno spot in cui lui è considerato, abbondando un po’ con gli stereotipi di turno, come Marlon Brando nel fil Il Padrino. Rimani lì per qualche istante chiedendoti “ma io quel viso l’ho già visto da qualche parte”, fino a quando non si accende la lampadina e trovi la soluzione: certo, è Tiziano Crudeli. Giornalista sportivo e fan sfegatato del Milan, Crudeli ha acquisito popolarità per le sue vibranti esultanze e coriacee esternazioni commentando gli avvenimenti calcistici di turno sull’emittente televisiva 7Gold, in particolar modo quando in campo ci sono i suoi rossoneri. Tra un “Pippo mio” e un “Riccardino” (in riferimento ai suoi idoli Inzaghi e Kakà), puntualmente urlati con voce gioiosa e volto rosso di euforia, le sue performance hanno fatto il giro del mondo su internet, grazie soprattutto a Youtube. Al punto tale da attirare l’attenzione di una nota agenzia di scommesse sportive britannica, che nel 2011 lo ha scelto come volto per le sue campagne pubblicitarie, non solo oltremanica, ma anche in Irlanda e altri Paesi. Tiziano, settanta anni compiuti da poco e una carriera alle spalle nel giornalismo sportivo nel circuito televisivo privato, ha ottenuto una celebrità inaspettata, forse ancora maggiore fuori dai confini nazionali. Una notorietà assolutamente meritata per la gioia e la passione contagiosa con la quale si approccia al suo sport preferito, oltre che per la competenza di gran lunga superiore a quella dei suoi colleghi in studio.

Login to post comments
back to top